I medici italiani sono i più anziani d’Europa. Secondo gli ultimi dati Istat, aggiornati al 2021, nel Bel Paese il 55,2% dei medici ha 55 anni o più, contro il 44,5% della Francia, il 44,1% della Germania e il 32,7% della Spagna. Capelli bianchi come garanzia di stabilità e fedeltà alla bandiera? Macché: le dimissioni volontarie dal Sistema Sanitario pubblico sono in continuo aumento, e più del 40% dei medici di medicina generale superstiti supera ormai la quota dei 1.500 pazienti. 

Secondo l’OMS è la prima causa di disabilità al mondo, ha costi sociali altissimi, e negli ultimi tre anni, per combattere il dolore che ne deriva, le prescrizioni di FANS hanno avuto un’impennata del 32%. Parliamo di lombalgia, e ora, dalla Sicilia, arriva un nuovo modello d’intervento sul tema, promosso da Nusa Servizi e Fimmg (Federazione italiana medici di medicina generale). Il modello, presentato nei giorni scorsi a Palermo, vede naturalmente in prima linea i Medici di medicina generale (MMG) e contiene linee d’indirizzo per la diagnosi e la gestione del paziente, punta a una maggiore appropriatezza prescrittiva, e tiene in particolare conto degli effetti collaterali che alcuni farmaci possono indurre.

I dati italiani sono impietosi: 1.500 diagnosi di malattia oncologica in età pediatrica ogni anno. Fortunatamente, a bilanciare, c'è un tasso di guarigione che raggiunge l’80%, e una stima di 50.000 pazienti guariti. Oggi si svolge la Giornata Mondiale contro il Cancro Pediatrico, prevista il 15 febbraio di ogni anno, tra problemi, progetti e finanziamenti. Con diversi soggetti in campo. E in bilico tra numeri che fanno paura, ritardi nelle diagnosi, difficoltà di accesso a cure e farmaci mirati, successi della ricerca. 

Respirare bene mentre si dorme permette di avere ricordi nitidi. È il risultato di uno studio pubblicato dalla rivista Nature Communications e condotto da Thomas Schreiner, del Dipartimento di Psicologia della Ludwig Maximilians Universität di Monaco di Baviera, dove si mettono in relazione respirazione, oscillazioni del sonno e riattivazione della memoria.

Presentato in Senato e a diversi meeting tecnologici, premiato a un concorso europeo di giovani scienziati e ora in fase sperimentale, il “Parkinson detector” diagnostica precocemente il morbo in base alle alterazioni di moto delle braccia. A inventarlo, uno studente di 17 anni, Tommaso Caligari, che si è ispirato al nonno.

Sul fronte delle donazioni e dei trapianti di organi, tessuti e cellule, il 2023 è stato l’anno dei record: nell’arco dei 12 mesi, infatti, l’attività della Rete trapiantologica italiana ha ottenuto i migliori risultati mai realizzati nella storia del nostro Paese. I dati sono stati presentati dal Ministro della Salute Orazio Schillaci e dal direttore del Centro nazionale trapianti Massimo Cardillo in apertura degli Stati Generali della Rete Trapianti, che riuniscono a Roma fino a questa sera circa 400 operatori in arrivo da tutta Italia.