L'influenza ruba i posti letto al COVID. Secondo le rilevazioni FIASO (Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere), nella giornata di oggi si registra la quarta settimana di calo riguardo ai ricoveri legati all'infezione da SARS-CoV-2. La pressione sugli ospedali si mantiene però ancora elevata, a causa di patologie - in particolare polmoniti - conseguenti al virus dell'influenza, che destano qualche preoccupazione.

Un milione di italiani a letto nelle vacanze di Natale, il picco dei contagi in arrivo e qualche preoccupazione per il "Long Cold" ("Lungo Raffreddamento") che colpisce settimane dopo l'infezione una parte di malati: colpa di diversi virus - quello influenzale, l'RSV (virus respiratorio sinciziale), il rhinovirus, l' adenovirus e altri - che non accenna a lasciare la presa. E tuttora con la presenza del COVID, ora in forma lieve e difficilmente quantificabile per i pochi tamponi effettuati.

ANTIBIOTICO-RESISTENZA: 1 ITALIANO SU 2 NON CONOSCE IL FENOMENO E IL 46% UTILIZZEREBBE IMPROPRIAMENTE GLI ANTIBIOTICI ANCHE PER INFEZIONI VIRALI

L’antibiotico-resistenza è un fenomeno dilagante e pericoloso causato anche dall’abuso e dall’utilizzo inappropriato di antibiotici che rappresentano una risorsa terapeutica di fondamentale importanza per la cura di numerose infezioni che possono anche mettere a rischio la vita umana.

  • In Italia, circa 11.000[1] persone muoiono ogni anno a causa di infezioni resistenti ai farmaci antibiotici e si stimano 10 milioni di morti nel mondo ogni anno entro il 2050[2]
  • In Italia, il mal di gola rappresenta la patologia con la più alta percentuale di utilizzo inappropriato di antibiotici[3]
  • Reckitt e IQVIA presentano una ricerca sull’utilizzo degli antibiotici in Italia: il 74% degli italiani ha usato antibiotici negli ultimi 12 mesi, di cui il 56% per il mal di gola

In occasione del 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, FONDAZIONE ONDA ha chiesto agli street artist SteReal, Napal e Yele di rappresentare, con la loro creatività e sensibilità, sei categorie di violenza, dalle più “visibili” e “conosciute” alle più nascoste e insidiose al fine di diffondere una corretta informazione sul tema.

Con la Giornata Mondiale del Diabete, parte una campagna internazionale di sensibilizzazione sulla salute mentale come complicanza secondaria della patologia e sulla possibilità di prevenirne e gestirne le conseguenze psicologiche anche facendo leva sull’evoluzione della tecnologia, che può consentire alle persone con diabete di convivere con maggiore serenità con la propria condizione

Sono circa 564.000 gli italiani con pregressa diagnosi di tumore della prostata, la neoplasia più frequente nella popolazione maschile, che rappresenta oltre 19,8 per cento di tutti i tumori diagnosticati negli uomini, tanto che solo nel 2022 sono stati diagnosticati 40.500 nuovi casi.