Per moltissimi alunni la scuola è appena finita o è agli sgoccioli, ma resta la spada di Damocle dei compiti per le vacanze. 

Come devono comportarsi, dunque, mamme e papà con figli adolescenti e preadolescenti troppo telefono-dipendenti? Quali i campanelli d’allarme a cui prestare attenzione? Ecco cosa dice la Società Italiana di Pediatria

Il 31 Maggio sarà il No Tabacco Day, giornata organizzata e promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità al fine di sensibilizzare i cittadini sugli effetti nocivi e mortali dell’uso del tabacco e dell’esposizione al fumo passivo.

Tablet, smartphone, videogiochi e televisioni sempre più interattive: la tecnologia è ormai diventata parte integrante della quotidianità delle nostre famiglie, bambini e bambine inclusi, tanto che da molti anni si parla ormai di"bambini digitali".

Gli adolescenti ignorano le regole fondamentali per esporsi al sole in modo sicuro, nonostante i raggi ultravioletti siano il principale fattore di rischio per il melanoma, il tumore della pelle più aggressivo e in costante crescita soprattutto fra i giovani (il 20% dei nuovi casi è riscontrato in pazienti fra i 15 e i 39 anni).

Con il prossimo 31 maggio, 32° Giornata Mondiale Senza Tabacco, è ai giovani, ai ragazzi che vediamo scendere in piazza per far sentire la propria voce sul futuro del pianeta, che la LILT, con il MIUR e l’ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani, rivolge il suo appello ad agire subito per un mondo senza tabacco, invitando a riflettere su quanto il fumo possa essere nocivo tanto per la salute della persona, quanto per l’ambiente.