Ambiente e salute: non due ambiti separati, ma anzi estremamente interconnessi. La connessione è ancora più evidente al giorno d'oggi in cui sono in aumento fenomeni come le ondate di calore, le calamità naturali, l'inquinamento atmosferico e anche le malattie trasmesse da vettori (ad esempio la febbre gialla, la Dengue, la Chikungunya, il West Nile virus).

Dagli esperti dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma arrivano le risposte ad alcune domande e qualche consiglio su cosa fare in caso di contatto con questi affascinanti animali marini, composti per lo più di acqua e capaci di irritare la nostra pelle

Esposizione alle onde elettromagnetiche, uso dello smartphone alla guida e corretto smaltimento degli apparecchi inutilizzati. Per far chiarezza su questi temi, prende il via oggi la campagna informativa 'Il tuo cellulare è intelligente. Usalo con intelligenza', realizzata congiuntamente dai ministeri della Salute, dell'Istruzione, Università e Ricerca e dell'Ambiente.

Camminare nei boschi riduce i livelli di ansia e stress, sia quelli derivanti dal momento (ansia di stato) che quelli percepiti abitualmente (ansia di tratto). Inoltre, per quanto riguarda l'ansia abituale, il beneficio è maggiore in quei partecipanti più predisposti ad avere reazioni abituali di minaccia e paura a stimoli esterni. 

Le famiglie con bambini di età inferiore ai 7 anni residenti nel quartiere di Notre-Dame e le donne incinte sono state invitate dalle autorità sanitarie di Parigi a "recarsi dal proprio medico curante" per un'analisi del dosaggio del piombo nel sangue

In caso di stress la 'pillola' giusta consiste in almeno 20 minuti al giorno a contatto con la natura in un parco urbano o ovunque sia possibile stare nel verde. Secondo lo studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Psychology una simile esperienza è sufficiente a ridurre il principale ormone dello stress, il cortisolo.