Tag selezionato: bambini

Troppi ormoni femminili in utero potrebbero aumentare il rischio di autismo per il nascituro. Lo dice uno studio condotto presso il centro di ricerca sull'Autismo dell'University of Cambridge. Lo studio è stato pubblicato da Molecular Psychiatry

Da un anno e mezzo viveva connesso a un cuore artificiale. Un bambino di tre anni, affetto dalla nascita da una grave forma di cardiomiopatia dilatativa, è stato salvato da un trapianto di cuore all'ospedale Regina Margherita di Torino

Rivalutato il ruolo del latte artificiale: se nei primi giorni di vita il neonato perde troppo peso, al latte materno di può aggiungere un'integrazione di latte artificiale senza compromettere il regolare sviluppo del bambino e nemmeno l'allattamento al seno nei mesi successivi

Per moltissimi alunni la scuola è appena finita o è agli sgoccioli, ma resta la spada di Damocle dei compiti per le vacanze. 

Praticare uno sport di squadra può cambiare la struttura del nostro cervello e ridurre il rischio di depressione nei bambini di età compresa fra i 9 e gli 11 anni

Sono state approvate e diffuse dalla Conferenza Stato Regioni le Linee Guida sull'attività fisica differenziate a seconda della tipologia e dell'età del target.

Si chiama “MeV” ed è un cane supereroe. Una modalità giocosa per spiegare il trattamento di adroterapia ai bambini colpiti dal cancro e per regalare un sorriso prima e dopo le terapie.

Il 16 Febbraio presso l'Acquario di Genova si terrà il convegno "Uniti per guarire" promosso da Federazione Italiana Associazioni Genitori Oncoematologia Pediatrica (Fiagop) e Associazione Italiana Ematologia Oncologia Pediatrica (Aieop)

A distanza di un mese dall'intervento al piccolo Alessandro Maria Montresor, Alex, affetto da una malattia genetica rara, il trapianto di cellule staminali emopoietiche da genitore cui è stato sottoposto "è riuscito". Lascerà l'Ospedale nelle prossime ore.

Al via domani il convegno “I pediatri e le sfide del nuovo millennio: denatalità e organizzazione sanitaria” organizzato dalla sezione regionale Puglia di Simpef - Sindacato Medici Pediatri di Famiglia, in programma a Bari il 18 e 19 gennaio.

Evitare il contatto con adulti o fratellini più grandi raffreddati, lavarsi le mani ogni volta che si prende in braccio un neonato o un lattante, non fumare in casa: queste le indicazioni per ridurre il rischio di contrarre la bronchiolite, un’infezione delle vie respiratorie che colpisce i più piccoli e torna a presentarsi puntuale nella stagione invernale.

Al termine delle vacanze natalizie che, oltre ai regali, hanno lasciato qualche chilo di troppo, la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale fornisce utili consigli per tornare sui banchi in forma e per “rimettere in sesto” l’intestino del bambino.

E' stato presentato nei giorni scorsi il rapporto "Bambini e adolescenti tra nutrizione e malnutrizione" realizzato da Unicef Italia con la collaborazione di Istat.

Le tecnologie digitali possono migliorare la qualità di vita dei pazienti. Ne è un esempio quanto accade presso il reparto di Oncoematologia Pediatrica dell'Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino dove i piccoli pazienti possono utilizzare un nuovo video game chiamato TOMMI.

Riscontrate alcune anomalie nella camminata dei bambini con spettro autistico. Lo dice una ricerca tutta italiana

Domenica 14 ottobre in cinquanta piazze italiane l’XI edizione di “Una Manovra per la vita”, la Giornata nazionale promossa dalla Società Italiana di Medicina di Emergenza e Urgenza Pediatrica, SIMEUP per la prevenzione dal soffocamento in età pediatrica.

Dalle pile ai pistacchi, sono tanti gli oggetti e alimenti a rischio soffocamento per i bimbi. Come è accaduto alla piccola di tre anni a Vimercate dove è morta soffocata per un acino d'uva. 

In Italia è boom di malattie respiratorie tra i bambini: l'asma colpisce ormai un bambino su dieci con più di 6 anni. Il 20% degli adolescenti e quattro bimbi su dieci soffrono invece di gravi forme di riniti allergiche.

Non più di due ore. Questo il limite massimo di tempo che i bambini dovrebbero passare davanti a uno schermo che sia quello di un pc, di uno smartphone o di un videogioco. Un periodo più lungo, troppo poco sonno e scarsa attività fisica possono influenzare il corretto sviluppo cognitivo di bambini e adolescenti.

L'Italia è maglia nera in Europa per l'incidenza dei tumori in età pediatrica ed a pesare è sempre più il fattore dell'inquinamento ambientale tanto che, secondo gli ultimi dati del ministero della Salute, nelle aree più contaminate del Paese si è registrato globalmente un incremento anche del 90% di patologie tumorali in soli 10 anni.