Stanchezza, frequenti mal di testa, fiato corto, colorito pallido, capelli e unghie fragili, ma anche irritabilità, scarsa concentrazione, maggiore esposizione alle infezioni: tutte condizioni apparentemente slegate tra loro ma che invece possono avere una causa comune. 

I cento anni dell’uomo che ha svelato i segreti del cuore s’intrecciano con la storia della cardiologia in Italia e la Milano del Novecento. Quando nasce il medico Fausto Rovelli, il 10 novembre 1918, in casa com’è consuetudine a quei tempi, lì in un piccolo appartamento di via San Maurillio, la Grande Guerra è finita da pochi giorni.

La depressione infatti è una malattia che condiziona pesantemente la vita di chi ne soffre e l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stimato che entro il 2030 potrebbe diventare la malattia cronica più diffusa al mondo.

Chi soffre di diabete deve prestare particolare attenzione anche alla pressione alta: normalmente la prevalenza dell'ipertensione arteriosa nella popolazione adulta è pari a circa il 35% ma questa percentuale sale nel diabetico sino al 70%, anche all'80%.

I virus influenzali cominciano ad alzare la testa nel Belpaese. Sono già 125 mila in tutto gli italiani che si stima siano stati colpiti dall'inizio della sorveglianza epidemiologica, circa 71 mila nell'ultima settimana osservata, dal 22 al 28 ottobre.

Essere sovrappeso o obesi o, al contrario, troppo magri, aumenta il rischio di molte malattie mortali, accorciando l'aspettativa di vita di quattro anni. A quantificare il gap tra chi ha un indice di massa corporea (Bmi) 'normale', in generale tra 21 e 25, e chi è al di fuori di questo range, è stato uno studio coordinato dalla London School of Hygiene e pubblicato da Lancet Diabetes and Endocrinology