Tag selezionato: ricerca

Le donne sono più colpite da emicrania e più precocemente, ma si curano meno. Quasi otto pazienti su dieci sono donne e l'esordio della patologia si registra in media a 21,4 anni di età, contro i 26,1 anni degli uomini. La malattia si manifesta in maniera precoce, prima dei 18 anni, per il 42,1% delle pazienti donne, rispetto al 26% degli uomini eppure proprio le donne si trascurano e dilatano i tempi della diagnosi

Secondo i dati dell’indagine conoscitiva sulle abitudini e sugli stili di vita degli adolescenti "Adolescenti e Stili di Vita” realizzata nell’anno scolastico 2018-19 dall’Associazione Laboratorio Adolescenza e dall’Istituto di ricerca IARD, su un campione nazionale rappresentativo di 2019 studenti frequentati la classe terza della scuola secondaria di primo grado (1027 maschi e 992 femmine), l’82,4% delle femmine e il 63,2% dei maschi afferma di avere problemi estetici legati ai “brufoli”.

Il premio Nobel per la Fisiologia e la Medicina 2019 va a William G. Kaelin Jr, Sir Peter J. Ratcliffe e Gregg L. Semenza "per le loro scoperte su come le cellule percepiscono e si adattano alla disponibilità di ossigeno". L'annuncio è stato dato come ogni anno dal Karolinska Institutet di Stoccolma in Svezia, in diretta via Internet e social network

Le particelle inquinanti dell’atmosfera superano la barriera placentare e, con tutta probabilità, arrivano al feto. È il risultato, preoccupante, di uno studio condotto dall’ Hasselt University, in Belgio, e pubblicato sulla rivista scientifica Nature Communication

Bambole che non hanno i capelli, ma un foulard colorato in testa. Un omaggio ai bambini affetti da tumori e al tempo stesso un modo per spiegare ai piccoli in cura il fatto che, anche senza capelli, rimangono preziosi e speciali proprio come la loro Baby Pelón

Dopo la notizia della prima morte collegata alle sigarette elettroniche negli Stati Uniti su cui i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) statunitensi stanno indagando, sempre dagli States arriva la notizia di una ragazza americana, Maddie Nelson di 18 anni, che ha subito un grave danno polmonare dopo aver ‘svapato’ ogni giorno per tre anni. E poi ancora luna seconda vittima in Oregon.

Troppi ormoni femminili in utero potrebbero aumentare il rischio di autismo per il nascituro. Lo dice uno studio condotto presso il centro di ricerca sull'Autismo dell'University of Cambridge. Lo studio è stato pubblicato da Molecular Psychiatry

Anche quando è troppo basso, il colesterolo cattivo, è pericoloso. E' infatti legato a maggior rischio di ictus (di tipo emorragico) in una ricerca pubblicata sulla rivista Neurology che ha coinvolto oltre 96 mila individui il cui stato di salute è stato monitorato lungo un periodo di nove anni, con misurazioni annuali del colesterolo nel sangue.

Imparare a stare seduti da soli o a camminare senza aiuto. Sembrava un sogno irrealizzabile per i bimbi con Sma, l'atrofia muscolare spinale diagnosticata a un neonato su 10 mila per un totale di circa 850 pazienti nel nostro Paese, e invece oggi è un traguardo possibile secondo nuovi risultati dello studio 'Nurture' su un farmaco anti-Sma, presentati a Oslo.

Una playlist personalizzata, che faccia tornare alla mente ricordi dell’infanzia e momenti felici, può dare serenità ai pazienti con demenza, in quanto la musica va ad attivare parti del cervello non interessate dalla malattia

E' stata inaugurata nei giorni scorsi la prima Biobanca Nazionale dedicata alla ricerca sulla SLA che potrà raccogliere fino a 380 mila campioni biologici.

Scoperte le 'leggi dell'amore'', ovvero evidenziata l'esistenza di ''regole'' nella formazione delle coppie: ad esempio tendiamo a scegliere partner che hanno tra loro personalità simili e che per certi aspetti siano anche simili a noi

Lo smartphone può diventare un nuovo alleato contro le emicranie. Una ricerca scientifica ha trovato come una app che aiuta il rilassamento, usata per almeno due volte alla settimana, può arrivare a ridurre il mal di testa per una media di quattro giorni in un mese.

Ai bambini abbiamo dedicato una sala di terapia trasformandola in un grande acquario nel quale l’acceleratore è stato trasformato in un sottomarino. I bambini sono invitati a diventare i capitani di questo sottomarino, sconfiggendo così la paura di restare soli

Cresce l'uso delle biotecnologie nel trattamento dell'artrosi precoce: la terapia con farmaci biologici rallenta infatti la degenerazione articolare e ritarda la sostituzione con protesi.

Non è la sorte a decidere se ci ammaleremo di tumore oppure no. Sono invece fattori ambientali che determinano alterazioni geniche prevedibili. A dirlo uno studio italiano pubblicato sulla rivista Nature Genetics.

Uno scenario preoccupante confermato da una ricerca dell’American College Health Association, secondo cui il 52% dei ragazzi si sente in difficoltà a causa dall’eccessivo accumulo di ansia e stress

I calciatori professionisti si ammalano di Sclerosi laterale amiotrofica (Sla) mediamente molto di più rispetto alla popolazione generale, addirittura 6 volte se di alto livello, di serie A.

Dormire bene è importante per tante ragioni. Anche per ridurre il rischio di sviluppare la demenza di Alzheimer.

Le persone con più di 50 anni che si sentono realizzate e felici presentano una migliore forma fisica e un minor rischio di depressione e altre patologie. A dirlo una ricerca condotta da ricercatori inglesi e pubblicata sulle pagine della rivista Proceedings of the National Academy Sciences of the Unites States of America (PNAS).