Ivana di Martino correrà in solitaria da Cortina al passo dello Stelvio, affrontando un dislivello di 8.848 metri per raccogliere fondi per sostenere la ricerca sui tumori che colpiscono le donne. L'impresa sarà presentata il 5 settembre alle ore 10 nella sede del Corriere della Sera di via Solferino 19 a Milano. 

Con l’impresa Run Everesting, Ivana affiancherà alla sfida sportiva un ambizioso impegno solidale: raccogliere fondi per finanziare un anno di lavoro di un ricercatore della Fondazione Umberto Veronesi impegnato a cercare nuove cure contro i tumori femminili. Raccolta fondi su «Rete del Dono»: www.retedeldono.it. Per seguire l’impresa di Ivana: www.ivanadimartino.com.

Ivana, mamma di tre figli, runner e insegnante, non è certo nuova a queste imprese. Nel 2013 infatti ha portato a termine la "21 volte donna": 21  21 mezze maratone in 21 giorni in giro per l’Italia per sostenere un’associazione che si occupa della violenza contro le donne. O la «Running For Kids» nel 2014, una maratona partita da Lampedusa passando per i centri d’accoglienza italiani per ricordare i diritti dei migranti minori. O ancora la «Rexist Run» nel 2015, 700 km in 8 giorni per sostenere Dynamo Camp, e la «Run4Kids», nel 2016, in cui Ivana ha percorso 900 km, da Milano a Bruxelles, per consegnare un messaggio alla Commissione Europea per Banco Alimentare. 
Ivana ha iniziato a correre da bambina mostrando una particolare propensione per le corse campestri. A causa di un problema cardiaco è stata operata al cuore e si è fermata per un certo periodo. 

Obiettivo della «Run Everesting» è sostenere Fondazione Umberto Veronesi e il progetto «Pink is Good», che promuove la prevenzione e finanzia la ricerca scientifica d’eccellenza per la cura dei tumori femminili. Non a caso protagonista è la corsa, sport che è emblema non solo del benessere psicofisico, ma anche della sfida con se stessi e del superamento dei propri limiti. Ivana rappresenta il potere di questo sport: una donna che ha trovato nella corsa non solo una passione, ma anche la possibilità di fare del bene e superare le difficoltà della vita. Una storia raccontata nel libro «Correre è la risposta». La corsa di Ivana partirà l’11 settembre da Cortina, luogo ancora più simbolico dopo l’assegnazione delle Olimpiadi 2026 a Milano e alla «perla» delle Dolomiti. Con l’impresa Run Everesting, Ivana affiancherà alla sfida sportiva un ambizioso impegno solidale: raccogliere fondi per finanziare un anno di lavoro di un ricercatore impegnato a cercare nuove cure contro i tumori femminili. Raccolta fondi su «Rete del Dono»: www.retedeldono.it. Per seguire l’impresa di Ivana: www.ivanadimartino.com.

Redazione Respiro.News

Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie per analisi statistiche e contenuti personalizzati. Privacy policy