L’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (AIRC) ha diffuso le ultime stime sull’incidenza di cancro nel mondo. Ha infatti redatto il rapporto Globocan 2018 che fornisce una stima di incidenza e mortalità da cancro in 185 paesi per 36 tipi di tumore.

Per la fine del 2018 si stimano più di 18 milioni di nuove diagnosi di cancro e ammonteranno a 9,6 milioni i decessi dovuti a tumori.

Secondo i dati dell’agenzia, nel mondo, un uomo su 5 e una donna su 6 si ammalano di cancro nel corso della loro vita. Un uomo su 8 e una donna su 11 muoiono a causa di una patologia tumorale. Si stima che nel mondo siano 43,8 milioni le persone che sopravvivono a un tumore a cinque anni dalla diagnosi. L’aumento delle diagnosi è dovuto a una serie di fattori quali ad esempio l’incremento della popolazione e l’aumento dell’aspettativa di vita.

La prevenzione ha giocato un ruolo importante nei confronti di alcuni tipi di tumore come quello ai polmoni (nella popolazione maschile del Nord Europa e del Nord America) e alla cervice uterina (in tutti i paesi a eccezione dell’Africa Sahariana).

Si stima che, nel 2018, più della metà delle morti per tumore sia avvenuta in Asia essendo quest’ultimo il continente che ospita circa il 60% della popolazione mondiale.

 Per quanto riguarda la classifica dei tumori con maggiore numero di casi: per il tumore al polmone e alla mammella ci sono state circa 2 milioni di nuove diagnosi nel 2018 (l’11% del totale). Li segue il cancro del colon-retto per il quale si registrano 1,8 milioni di casi e quelloa alla prostata che conta 1,3 milioni di nuovi casi sempre nello stesso anno. Il quinto più diffuso è il tumore allo stomaco per il quale si contano 1 milioni di casi.

Per quanto riguarda la mortalità, il killer numero uno è il tumore ai polmoni responsabile del maggior numero di morti (1,8 milioni, il 18,4 per cento del totale). Al secondo posto il cancro del colon-retto con 881mila morti seguito da tumore allo stomaco e al fegato. Il tumore della mammella risulta al quinto posto nelle cause di morte perché, almeno nei Paesi sviluppati, può contare su una delle prognosi più favorevoli. 

Il tumore che preoccupa di più perché è al primo posto per incidenza e per mortalità è quello al polmone. Dal rapporto dell’Iarc emerge un preoccupante aumento della diffusione della patologia tra le donne. In 28 Paesi del mondo il tumore al polmone è la principale casa di morte per cancro nelle donne. Il maggiore tasso di incidenza nella popolazione femminile si registra in Nord America, Europa settentrionale e occidentale (Danimarca e Olanda), in Cina, in Australia e in Nuova Zelanda. 

Fonte: http://www.iarc.fr/en/media-centre/pr/2018/pdfs/pr263_E.pdf

Redazione Respiro.News

 

Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie per analisi statistiche e contenuti personalizzati. Privacy policy