In presenza e a distanza. Per aiutare i bambini affetti da tumore è possibile partecipare alla corsa 'Io corro per loro' con una duplice modalità, sia a Milano sia in qualunque altra parte del mondo.

L'iniziativa è promossa da Fiagop, la Federazione italiana associazioni genitori e guariti oncoematologia pediatrica ed è in programma domenica 26 settembre al Parco Idroscalo. Nello stesso fine settimana, e con le stesse finalità, la corsa si correrà anche in Francia, Belgio e Lussemburgo.

"Si corre per accelerare la ricerca, accademica e clinica, per produrre nuove terapie più sicure, efficaci, e meno tossiche, e nuovi trattamenti specifici per i bambini e ragazzi colpiti che presentano anomalie genetiche", dicono da Fiagop.

Il cancro pediatrico rappresenta la prima causa di morte in età prescolare. I diversi tipi e sottotipi di tumore pediatrico sono oltre 60. Di fatto, tutti i tumori pediatrici sono rari.
Sono circa 2.200 in Italia i bambini e gli adolescenti che ogni anno si ammalano di cancro o leucemia. La percentuale media di guarigione è dell'80% ed è più alta per le leucemie. Molti guariti, circa i 2/3, soffriranno di effetti tardivi a causa dei trattamenti. Soltanto il 10% dei bambini orfani di opportunità terapeutiche accede alle sperimentazioni cliniche.

Le donazioni raccolte dai partecipanti saranno destinate a diversi programmi di ricerca risultanti dal secondo bando europeo 'Fight Kids Cancer', sostenuto da rappresentanti dei genitori e dei pazienti, insieme a Imagine for Margo (Francia), KickCancer (Belgio) e Kriibskrank Kanner Fondatioun (Lussemburgo), in collaborazione con la Esf, la European Science Foudation, e un comitato di esperti scientifici internazionali.

Per informazioni e iscrizioni è possibile visitare il sito www.iocorroperloro.it

Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie per analisi statistiche e contenuti personalizzati. Privacy policy