L’Associazione Allergici al Lattice (AAL) è nata nel 2008 per riunire persone affette da tale patologia; il fine è quello di fornire informazioni utili su come gestire la patologia nella vita quotidiana e sensibilizzare le strutture sanitarie e istituzionali a creare percorsi latex-safe, cioè ambienti in cui il rischio di esposizione al lattice è trascurabile.

Una piattaforma d’intelligenza artificiale che accompagna il paziente affetto da malattia cronica nel percorso terapeutico. Attraverso la raccolta, l’archiviazione e la condivisione di dati, Patient Voice, questo il nome del programma, può fornire consigli utili a migliorare la qualità di vita del malato.