Peggio del diabete, peggio del fumo, peggio dell'ipertensione: fare poco o scarso esercizio fisico influenzerebbe i rischi di mortalita' molto piu' degli altri riconosciuti fattori di rischio. Appunto, come il tabacco e le cardiopatie.

E' la conclusione di uno studio retrospettivo della Cleveland University che ha definito il fenomeno 'bassa fitness cardio-respiratoria' ed ha stupito gli stessi autori: la ricerca ha rivisto i dati raccolti tra il 1991 ed il 2014 dai test sotto sforzo fatti a circa 122.000 persone, tra i 53 ed i 73 anni.

"Non abbiamo ma visto qualcosa di cosi' pronunciato - ha detto il cardiologo leader della ricerca, Waber - essere decisamente fuori forma ha evidenziato un effetto peggiore sulla longevita' della pressione alta, del diabete, e dell'uso di sigarette".

In particolare, le persone piu' sedentarie e poco capaci di resistere al test sotto sforzo, rispetto a quelle al top delle capacita' e piu' atletiche, hanno mostrato rischi di mortalita' persino tre volte piu' alti rispetto ai fumatori. E decisamente piu' alti anche nei confronti di diabetici ed ipertesi.
   
Anche per le persone in forma fisica media, ma non pessima, i rischi di mortalita' sono risultati decisamente piu' elevati rispetto ai super atleti.
Lo studio e' pubblicato su 'Jama Network Open'.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie per analisi statistiche e contenuti personalizzati. Privacy policy