Non più di due ore. Questo il limite massimo di tempo che i bambini dovrebbero passare davanti a uno schermo che sia quello di un pc, di uno smartphone o di un videogioco. Un periodo più lungo, troppo poco sonno e scarsa attività fisica possono influenzare il corretto sviluppo cognitivo di bambini e adolescenti.

L'Italia si trova al 73esimo posto su 188 paesi per il consumo di alcol ma negli ultimi sei anni l'assunzione pro capite è aumenta di 0,5 litri. 

Per 9 donne su 10 over 45 dormire bene è un problema. A dirlo è una ricerca presentata dall’Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere (ONDA) in apertura del secondo congresso nazionale dell’Osservatorio dal titolo “La donna e la coppia dopo l’età fertile. La salute che cambia: prevenzione, stili di vita, fragilità” che si è tenuto il 19 e 20 settembre a Milano.

L’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (AIRC) ha diffuso le ultime stime sull’incidenza di cancro nel mondo. Ha infatti redatto il rapporto Globocan 2018 che fornisce una stima di incidenza e mortalità da cancro in 185 paesi per 36 tipi di tumore.

I bambini in passeggino sono maggiormente esposti all’aria inquinata, fino al 60% in più rispetto ai loro genitori o a chi li spinge. E’ quanto emerso da uno studio pubblicato sulle pagine della rivista Enviroment International che evidenzia come l’aria respirata dai piccoli sia quella maggiormente contaminata.

Nella vita dei bambini di oggi c'è sempre meno spazio per il gioco e i pediatri dovrebbero intervenire prescrivendolo come se fosse un farmaco. Lo afferma un position paper' della American Academy of Pediatric's, pubblicato sulla rivista dell'associazione, che ricorda come lo spazio dato al divertimento sia fondamentale per il corretto sviluppo dei piccoli.