Il 25 settembre sarà la giornata mondiale del polmone. Un'importante occasione per sensibilizzare la popolazione circa l'impatto delle patologie respiratorie sulla nostra vita.

Si tratta di un’iniziativa globale promossa dal Forum delle Società Respiratorie Internazionali (FIRS), un’organizzazione composta da società scientifiche impegnate nel promuovere la conoscenza delle patologie respiratorie e migliorare la qualità di vita dei pazienti che ne sono affetti.

Per maggiori informazioni: https://www.firsnet.org/2014-05-12-09-10-22/wld

Per comprendere l’importanza della Giornata Mondiale del Polmone basta dare uno sguardo ai numeri.

65 milioni di persone nel mondo soffrono di broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e ogni anno 3 milioni di persone muoiono per questa patologia che è ormai divenuta la terza causa di morte al mondo.

Ci sono poi 34 milioni di persone che soffrono di asma, la patologia cronica più diffusa nell’infanzia. Colpisce, nel mondo, il 14% dei bambini.

Un miliardo di persone al mondo è esposto all’inquinamento atmosferico e 1 miliardo respira fumo di sigaretta.

Ogni anno 1,6 milioni di persone muoiono a causa di tumore ai polmoni, una patologia che potrebbe essere contenuta educando la popolazione a limitare l’abitudine tabagica.

Tanti gli attori e le voci che, da tutto il mondo, hanno mostrato interesse per questo progetto di respiro internazionale. L’obiettivo del Forum è proprio quello di sinergizzare gli sforzi in un’ottica di intenti comune, che superi i confini nazionali e le distanze (fisiche e di pensiero) fra le singole realtà.

Per maggiori informazioni: https://www.firsnet.org/2014-05-12-09-10-22/wld

Redazione Respiro.News

Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie per analisi statistiche e contenuti personalizzati. Privacy policy