La voglia di muoversi e di rimettersi in forma in estate aumenta, e i rischi di disidratazione e stanchezza sono sempre dietro l'angolo. Per prevenirli è fondamentale bere tanta acqua e scegliere alimenti ricchi di vitamine, sali minerali, carboidrati ma anche miele, alleato prezioso nella dieta anti-afa. A sostenerlo è il nutrizionista e medico dello sport Michelangelo Giampietro, che spiega: "Il miele è un prodotto naturale di grande pregio, che può rivelarsi utile per affrontare lo sforzo fisico anche con il grande caldo. La reidratazione a base d’acqua, o altre bevande, e miele - osserva - è un’ottima soluzione per fronteggiare le perdite di fluidi, energia e di alcuni micronutrienti".

"Grazie alla sua composizione nutrizionale e alla sua digeribilità - spiega Giampietro - il miele si colloca tra i migliori alimenti in grado di fornire carboidrati per chi pratica sport e non solo. Il miele fornisce in media 304 calorie ogni 100 g, con 80,3 grammi di carboidrati disponibili, per la quasi totalità composti da fruttosio e glucosio. Apporta sostanze importanti e necessarie per l’organismo (vitamine, sali minerali, oligoelementi, zuccheri e amminoacidi ). Inoltre, ha un’azione protettiva e disintossicante per le sue proprietà antisettiche, che preserveranno da aggressioni e sviluppi batterici".

"La presenza anche di minerali, vitamine, antiossidanti ed enzimi - aggiunge l'esperto - ne esalta le qualità nutrizionali. Inoltre, per ottimizzare la disponibilità energetica è opportuno consumare zuccheri diversi e il miele contiene sia il glucosio che il fruttosio, oltre ad altri zuccheri disponibili. La reidratazione a base d’acqua o altre bevande dolcificate con il miele è un metodo eccellente per sopperire alle possibili carenze di energia, liquidi e zuccheri".

Ma qual è il menù perfetto dell’estate e quali sono i consigli da seguire per contrastare le conseguenze del grande caldo? "Innanzitutto, idratarsi in modo corretto e mantenere il proprio organismo nel giusto equilibrio idrico - raccomanda il nutrizionista - Una corretta idratazione è sempre consigliata, indipendentemente dallʼattività fisica svolta nel quotidiano. Ma è necessaria soprattutto durante il periodo estivo perché acqua e sali minerali devono essere costantemente reintegrati, bevendo piccoli sorsi d’acqua durante la sessione sportiva (ogni 15-20 minuti) e assumendo al termine di questa una quantità di liquidi pari almeno al 125-150% della variazione di peso prodotta durante la seduta di lavoro muscolare, oltre ai due litri di acqua al giorno necessari a prescindere dalla pratica sportiva".

E poi seguire una corretta alimentazione: "Tra i cibi da prediligere - consiglia Giampietro - frutta e verdura in tutte le possibili declinazioni, carni bianche, pesce, uova e legumi per ottenere la giusta quota di proteine e ulteriori sali minerali preziosi. È invece importante moderare la quantità dei formaggi, di altri cibi ad alto contenuto di grassi e le preparazioni gastronomiche più elaborate e meno digeribili".

"Ma non dimentichiamo - aggiunge - che per seguire una dieta sana, che migliori le prestazioni e favorisca il recupero fisico in questo periodo dell’anno, non si deve mai rinunciare ai carboidrati: pane, pasta, riso, farro, orzo e altri cereali, come pure pseudocereali (quinoa, amaranto e grano saraceno) e patate, non possono mancare anche nell’ alimentazione dei mesi estivi", conclude il nutrizionista.

Fonte: Adnkronos

Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie per analisi statistiche e contenuti personalizzati. Privacy policy